Privacy Policy
Home Pettorali Pectoral machine: macchina per croci perfette

Pectoral machine: macchina per croci perfette

written by SuperLuca

La pectoral machine è, insieme alla chest press, una macchina per pettorali che possiamo considerare come realmente utili per lo sviluppo dei pettorali.

Anzi, questa macchina ha avuto per me una grande importanza, perché mi ha consentito di imparare la sensazione di allungamento e contrazione che deve essere percepita nei pettorali centrali anche quando si vanno ad eseguire altri esercizi, come ad esempio le croci con manubrio su panca piana o le croci su panca inclinata.

Oggi vediamo in dettaglio come utilizzare questo attrezzo per pettorali.

Indice dei Contenuti
Chiusure la pectoral machine
Esecuzione pectoral machine
Croci pectoral machine

Chiusure la pectoral machine

Chi le chiama chiusure, chi le chiama croci. Io le chiamo croci alla pectoral machine.

Chiamatele come volete, ma fatele. Il controllo che si riesce ad ottenere con l’utilizzo di questa macchina è praticamente totale, pertanto questo tipo di macchina può essere sia una valida alternativa alle croci su panca piana.

Questo esercizio è un ottimo metodo per porre termine ad una sessione di allenamento dei pettorali, per far affluire sangue nel muscolo e terminare alla grande una sessione.

Esecuzione pectoral machine

Prima di eseguire l’esercizio dovete regolare la macchina secondo la vostra altezza.

Dunque regolate l’altezza del sedile della macchina in modo che la parte superiore delle braccia sia parallela al pavimento quando vi trovate seduti. Potete eseguire 2 varianti, con gli avambracci a 90 gradi oppure distesi, allargando le braccia del tutto.

Noi preferiamo la seconda versione, perché la leva è più grande e dunque l’esercizio risulta essere più duro. Durante tutto l’esercizio la testa deve essere ben appoggiata allo schienale e non in avanti. Addome contratto durante l’esecuzione dell’esercizio, dall’inizio alla fine. Piedi appoggiati nelle apposite pedane.

Dalla posizione iniziale andate a contrarre i muscoli pettorali fino a che le maniglie dove avete inserito le mani si chiudono davanti ai vostri occhi. Mantenete la contrazione di picco per almeno un secondo e cercate di sfruttare entrambe le porzioni del movimento, sia quella positiva che quella negativa.

La respirazione è essenziale: durante la fase di contrazione andate ad espellere tutta l’aria che avete neo polmoni, durante la fase negative invece inspirate.

Non fate l’errore di farvi controllare dal peso e farvi riportare di scatto nella posizione iniziale, altrimenti rischiate dei seri infortuni alle spalle. Questa è l’esecuzione corretta delle croci alla pectoral machine.

Croci pectoral machine

Se vi state chiedendo “croci o pectoral machine“.. la nostra risposta è sempre croci. Prediligiamo sempre un esercizio con i pesi liberi. La traiettoria imposta dalla macchina è comunque sempre diversa da quella di un esercizio compiuto correttamente, ma libero.

Abbiamo oggi visto in dettaglio la corretta esecuzione delle croci alla pectoral machine, macchina che permette di andare a contrarre e allungare al massimo i pettorali.

I muscoli che sono maggiormente coinvolti sono i pettorali nella parte centrale, dove si attaccano allo sterno. E voi fate le croci alla macchina? Fatecelo sapere. E come sempre, mentre aspettate il prossimo articolo di SuperPalestra… dateci dentro con il ferro!

Sommario
Pectoral machine per croci perfette
Titolo
Pectoral machine per croci perfette
Descrizione
Guida all'esecuzione delle croci alla pectoral machine, macchina fondamentale per lo sviluppo in ampiezza dei muscoli pettorali.
Autore
Organizzazione
SuperPalestra
Logo

Potrebbero anche piacerti: