Privacy Policy
Home Interviste Silvia Fascians: lifestyle, allenamento e salute

Silvia Fascians: lifestyle, allenamento e salute

written by SuperLuca
Silvia Fascians

Oggi diamo aspirazione a Silvia Fascians, una YouTuber di successo, con migliaia e migliaia di visualizzazioni sul più importante sito di condivisione video del mondo, con un canale che non esito a definire molto professionale e che ha immediatamente catturato la mia attenzione.

Silvia Fascians non soltanto ci spiega come si allena, come mangia, come vive una vita sana, che sono poi i focus del nostro sito. Sarebbe infatti soltanto riduttivo vedere solo questo aspetto del canale YouTube di Silvia. Quello che vediamo noi di SuperPalestra è ispirazione, voglia di arrivare, determinazione di arrivare al proprio obiettivo, qualunque esso sia. Noi non siamo una testata giornalistica e ci occupiamo di palestra, che, per la maggior parte di noi è un passatempo e una cosa che ci permette di vivere meglio e di occupare parte del nostro tempo libero, ma oggi siamo felici di vedere che per qualcuno la palestra e l’allenamento posso essere anche qualcosa di più e possono essere decisamente molto utili. Ma non vogliamo togliere spazio alla nostra ospite Silvia Fascians.

Intervista a Silvia Fascians

SP:  Silvia, innanzitutto grazie di averci concesso parte del tuo tempo e di aver accettato di rispondere alle nostre domane. Grazie anche per i complimenti che hai fatto al nostro sito! Allora, vuoi dirci un po’ chi sei? giusto per farti conoscere a chi ancora non ha avuto modo di vedere il tuo canale.

S: Sono io a ringraziare voi per l’interesse manifestato nei miei confronti. Chi sono. Sono una ragazza di 22 anni, che nonostante la giovane età ha una storia dolorosa da raccontare. Nel 2011 mi sono ammalata di una malattia che mi stava portando alla morte, l’anoressia, ma sono riuscita a risollevarmi, rinascere dalla cenere e tornare alla vita. Tutto questo è avvenuto grazie ad un mio cambiamento a livello mentale, ma anche grazie alla palestra: l’essere entrata a contatto con quel mondo mi ha salvata, mi ha fatto scoprire il mio “posto nel mondo”. Ora vivo e promuovo ciò che adesso mi caratterizza ed è parte di me: uno stile di vita sano senza rinunce.

SP: Qual è il messaggio principale che vuoi lanciare con i tuoi video?

S: I miei video sono un inno alla vita. Con i miei video voglio far vedere a persone che soffrono di disturbi alimentari, o di qualunque altra forma di depressione, che c’è una luce in fondo ad ogni tunnel. Purtroppo di questi tempi sono pochi coloro che mostrano le proprie debolezze, tutti preferiscono mostrare “quanto sia bella e perfetta la loro vita” facendo sentire noi altri ancora peggio. Io cerco di essere il più vera possibile, mostrando le mie debolezze e le mie forze, mostrando come reagisco e mi risollevo dai problemi Con me le persone si sentono meno sole nel provare le proprie emozioni. Con il mio canale voglio sfatare il mito che le donne che fanno sollevamento pesi diventano grosse e sembrano uomini, cerco di spingere le donne ad abbandonare il cardio e focalizzarsi sui carichi; a capire che se integrato con moderazione ed equilibrio il fitness può essere solo che un piacere e non una costrizione o dovere. Inoltre cerco di dimostrare che per avere un fisico tonico ed asciutto non bisogna fare la fame, anzi, proprio il contrario, bisogna MANGIARE, MANGIARE e MANGIARE!!

SP: Quanto sono stati (e sono) importanti per te l’allenamento e la palestra? E cosa ti ha fatto innamorare dell’allenamento?

S:  Per me l’allenamento è una valvola di sfogo, è il momento in cui connetto la mia mente con il mio corpo e nient’altro più conta. Posso essere stanca, triste, arrabbiata, non importa, nel momento del mio workout le emozioni vengono “turned off” e quello che conta siamo io e la mia voglia di migliorare me stessa. Sentire i muscoli contrarsi e il cuore battere mi fa sentire viva. Vedere il mio corpo emaciato e denutrito prendere di nuova forma, abbandonare il mio corpo da bambina e finalmente fiorire in una donna: ecco cosa mi ha fatto innamorare di questo mondo, il fatto che mi ha concesso di diventare la vera Silvia anche a livello fisico.

SP: Cos’è per te l’ispirazione, la determinazione e la voglia di raggiungere un obiettivo?

S:  Nel mio percorso ho conosciuto molte persone, e quelle che hanno davvero creduto in me sono state poche, quasi nessuno credeva che ce l’avrei fatta, per loro dovevo mangiare e basta. Quindi, la mia fonte motivazionale è sempre stata me stessa. So quello che non voglio tornare ad essere, ma non so quello che voglio diventare, in realtà non ho nessun obbiettivo, ne di gare o competizioni, voglio solo vivere bene ed in salute. È possibile avere un fisico snello, tonico ed essere in forma, mangiare sano ed equilibrato senza dover rendere questo un’ossessione o l’unico scopo della propria vita: il mio è uno stile di vita che fa da contorno ad altre mie attività, non è né un obbligo né un lavoro.

SP: Del tuo canale sinceramente mi ha affascinato, tra le altre cose, il fatto che tu dia consigli alimentari e faccia vedere le tue ricette. Io amo i pancakes.. e non potevo non vedere quel video… qual è la ricetta che ha avuto maggior successo tra i tuoi followers? e qual è la cosa “sana” che preferisci cucinare (e mangiare?)

S: Ammetto di non essere particolare amante dei dolci, quindi probabilmente quella che hai visto è anche l’unica ricetta dolce! Penso che la ricetta più apprezzata, e forse anche testata sia stata di un piatto a me molto caro: risotto alle zucchine con filetto di salmone al cartoccio. Questo piatto è il mio porta fortuna, la sera prima di ogni esame universitario devo mangiarlo!

SP: Ho inoltre notato che dedichi molta attenzione alla preparazione del cibo. Non solo da un punto di vista alimentare, ma anche proprio nella parte “logistica” dell’organizzazione. Questo di solito lo vediamo fare ai culturisti ed è senso comune che sia una sorta di fissazione da “gente di palestra. Io personalmente mi preparo cibi pronti in frigo per respingere attacchi di fame improvvisa e per non dover attendere troppo per il pasto post-workout. Vuoi darci alcuni consigli di preparazione del cibo? Tu come ti organizzi?

S:  Fissazione o meno, secondo me è anche una questione di volersi bene. Cucinarsi significa pensare a se stessi, avere cura e dedizione e, perché no, amarsi un po’. Poi ammetto che per me è anche una necessità, soffro d’intolleranze al glutine e alla soia quindi non mi è poi così facile buttarmi sul primo pacchetto di patatine. I miei consigli? Numero 1: non arrivate ai pasti affamati, mangiate poco, ma spesso. Io ad esempio faccio circa 5/6 pasti al giorno mangiando ogni 2/3 ore. Numero 2, Pensate in grande. Quando ad esempio vi cucinate il riso, cercate di cucinare più porzioni in una volta sola così che poi le possiate mettere in frigo già porzionate. Cercate di fare lo stesso con più alimenti possibili cucinandovi in anticipo ad esempio la verdura, il pollo, le uova sode… insomma alimenti che possono durare in frigo qualche giorno. Quando arriverete a casa basterà scaldarli e in 5 minuti potrete avere un pasto bilanciato e completo senza rischiare di finire in abbuffate o di buttarvi sul primo snack che vi capita sotto mano.

SP: Domanda che rivolgiamo a tutti. Qual è il tuo allenamento preferito? E il tuo esercizio preferito?

S: Io AMO allenare le braccia e le spalle, i miei esercizi preferiti sono tutti quelli che coinvolgono i manubri: c’è qualcosa di inebriante nel sentire le braccia gonfiarsi, è una sensazione indescrivibile. Invece l’esercizio con cui ho una relazione “Odi et Amo” è lo Squat: il pensiero di andare a squattare non mi affascina proprio, ma quando sono li è una sfida tra me e le mie chiappe, e alla fine si arriva sempre a provare massimali.

Silvia Fascians: il tuo video migliore

SP: Quale credi che sia il tuo video migliore? quello che chi non ti conosce dovrebbe vedere per primo, per appassionarti al tuo canale e seguirti costantemente?

S:  Avendo il mio canale molte direzioni, è difficile trovare un video in particolare che possa attrarre tutti; alcuni potrebbero essere in cerca di conforto e comprensione, altri vorrebbero vedere ricette, altri potrebbero essere interessati al bodybuilding, altri alla mia alimentazione. Ma in ogni caso, il video che penso possa appassionare chiunque a me e alla mia storia è uno dei miei primi video, dove racconto la storia della mia malattia e della mia rinascita, dove spiego una malattia tanto sconosciuta quanto sottovalutata. La storia della mia Anoressia.

Silvia Fasciano: contatti

SP: Silvia, come tutti ormai sarai attiva su più di un canale social. Abbiamo finora citato e linkato il tuo canale YouTubeSilvia Fascians. Salute. Fitness. Lifestyle” . Vuoi darci altri tuoi riferimenti in modo tale che gli amici di SuperPalestra possano venire in contatto con te e seguirti?

S: Certo, potete trovarmi su instagram building_muscles. E basta, Facebook ci tengo a tenerlo personale e non mi reputo una Vip tale da avere la mia pagina personale, penso YouTube e Instagram bastino e avanzino!

SP: Silvia, grazie mille del tuo prezioso tempo. Per oggi le domande sono concluse e vogliamo ringraziarti per averci fornito tutta l’ispirazione che traspare attraverso il tuo canale e attraverso le tue parole. Quando vorrai potrai sempre essere ospite delle nostre pagine e potrai continuare ad ispirare i nostri lettori! A presto!

S: Grazie a te per avermi dato l’opportunità di esprimermi e raccontarmi!

Summary
Photo ofSilvia Fascians
Name
Silvia Fascians
Nickname
(Silvia Fascians)
Website

Potrebbero anche piacerti: