Privacy Policy
Home Bodybuilding Arnold Schwarzenegger al Mr Olympia

Arnold Schwarzenegger al Mr Olympia

written by SuperLuca
Mr Olympia

Quando parliamo di Arnold Schwarzenegger e Mr Olympia è come se parlassimo di Maradona e i campionati mondiali di calcio del 1986, come di Michael Jordan e delle Finali NBA degli anni ’90. Parliamo di un connubio inscindibile, di una relazione inossidabile. Arnold Schwarzenegger è Mr Olympia, Mr Olympia è Arnold Schwarzenegger. In questo articolo vediamo di introdurre in modo semplice e veloce, il dominio incontrastato di Arnold al Mr Olympia, della nascita di una dinastia e dello sdoganamento del bodybuilding a livello globale.

Indice dei Contenuti
1969: il primo tentativo fallito di Arnold
1970 – 1975: Arnold e il dominio incontrastato all’ Olympia
1980: il ritorno alla vittoria dopo 5 anni di assenza
Mr Olympia e Schwarzenegger: 7 volte sul trono del mondo

1969: il primo tentativo fallito di Arnold

Forte dei primi successi in Europa da Junior e poi da professionista, sbarcato in America insieme al suo inseparabile e fedele amico Franco Columbo, italiano di un piccolo paesino della Sardegna, Arnold sale per la prima volta sul palco del Mr Olympia nel 1969, quando uno straripante Sergio Oliva (vedi “I primi anni del Mr Olympia“) conquista il suo terzo ed ultimo titolo di più forte culturista del pianeta. Ma sarà l’ultima volta. Dall’anno successivo in poi non ce ne sarebbe stato più per nessuno.

1970 – 1975: Arnold e il dominio incontrastato all’ Olympia

Fino al 1969 il concorso di Mr Olympia era stato vinto più di una volta dallo stesso atleta. Prima Larry Scott, poi Sergio Oliva. Il 1970 è l’anno in cui Sergio Oliva, il culturista cubano adottato dagli USA, viene detronizzato da un giovane e strabordante Arnold Schwarzenegger, la quercia austriaca. Sarebbe stata quella la prima di 6 vittorie meravigliose consecutive.

Il body-building stava vivendo una prima età dell’oro. Arnold era il profeta dell’allenamento ad alto numero di serie e di ripetizioni, ovvero dell’allenamento ad alto volume, passava ore e ore in palestra, nella mitica Gold’s Gym di Venice Beach. Gli allenamenti di Arnold sono resi immortali dal film Pumping Iron, girato durante la preparazione agonistica di Arnold in vista della difesa del titolo a Pretoria, in Sud Africa, per la quinta volta consecutiva.

In questo film, un vero e proprio cult per gli amanti del body building, ritrae un Arnold ancora nel pieno della sua forma che sconfigge un giovanissimo Lou Ferrigno, il futuro Hulk del piccolo schermo, sia sul palco che da un punto di vista mentale. Arnold appare completamente in controllo della situazione, padrone del suo futuro, più leggero delle precedenti edizioni, ma sempre in una forma eccelsa, con un fisico dalle linee classiche, proporzionato e compatto. Arnold nel 1975 sbaraglia la concorrenza, relegando Lou Ferrigno al terzo posto e Samir Bannout al secondo posto nella categoria pesi massimi. Batte poi infine il suo amico di sempre Franco nell’overall. Alla fine il colpo di scena, il ritiro dal palco, ma non dal mondo del bodybuilding. Arnold, secondo le sue parole, sarà sempre un culturista e la palestra sarà sempre la sua casa.

1980: il ritorno alla vittoria dopo 5 anni di assenza

La vita va avanti, il bodybuilding anche. Altri atleti, altre tecniche di allenamento, altri vincitori, altri sconfitti. Dopo il 1975 il Mister Olympia continua. Franco Columbo vince l’edizione del 1976, raccogliendo il testimone dall’amico Arnold. Franco è una statua greca, grosso, compatto, striato. Sembra 10 anni avanti rispetto ai suoi tempi.

Frank Zane si prende tre titoli in fila con un fisico dalle linee sinuose, perfette: é l’emblema della classicità, sembra uscito dall’Iliade di Omero, un guerriero di tempi remoti. Ma quello che succede nel 1980 è storia. Arnold Schwarzenegger al Mr Olympia del 1980 non dovrebbe esserci. Ormai è un attore. Si sta preparando ad interpretare Conan il Barbaro, prende lezioni di dizione e impara andare a cavallo. Ma è comunque terribilmente in forma. 8 settimane per oltrepassare se stesso e il mito delle 6 vittorie consecutive.

Un nuovo video di allenamento, anche questo divenuto ormai un classico di genere, riprende Arnold che fatica per riprendere il posto che gli compete sul palco, ovvero il più alto gradino del podio. Non sarà una gara facile per la Quercia e il verdetto del concorso sarà controverso e dibattito di mille discorsi da palestra. In quelle 8 settimane Arnold mette insieme un fisico in grado di sconfiggere Tom Platz, l’uomo dalla migliori gambe della storia del culturismo e Chris Dickerson, il vincitore del 1982. Frank Zane è solo terzo. Arnold sconfigge anche Mike Mentzer e il suo allenamento ad alta intensità. Arnold si ritira una seconda volta e sarà quella definitiva.

Mr Olympia e Schwarzenegger: 7 volte sul trono del mondo

Il record di 7 vittorie di Arnold resisterà fino a quando Lee Haney lo batterà vincendo per ben 8 volte consecutive il titolo più importante del mondo. Ma Arnold va al di là del mondo del culturismo. Dá il via all’Arnold Classic, la seconda competizione per importanza nel mondo del body building, sconvolge il mondo del cinema mostrando i muscoli e diventando un action hero moderno. Arnold incarna lo spirito del Mr. Olympia come nessuno altro al mondo. A presto per un nuovo articolo di SuperPalestra!

Sommario
Arnold Schwarzenegger al Mr Olympia: una storia d'amore
Titolo
Arnold Schwarzenegger al Mr Olympia: una storia d'amore
Descrizione
La storia di Arnold Schwarzenegger sul palco del Mr Olympia, dalla nascita di una dinastia, alla pausa di 5 anni, fino al ritorno vittorioso del 1980.
Autore
Organizzazione
SuperPalestra
Logo

Potrebbero anche piacerti: